Spalletti, post Leicester-Napoli: "Grandissima partita, fondamentali i subentrati"

Il Napoli ottiene un pareggio più che meritato contro un Leicester opportunista. I partenopei hanno saputo reagire anche in una situazione di doppio svantaggio, recuperando così la partita.

La squadra di mister Spalletti pareggia, ma convince moltissimo: intensità e voglia di vincere hanno trascinato il Napoli verso la rimonta, purtroppo non completata del tutto, che regala un punto e basta. I partenopei sono riusciti sin da subito ad imporsi sul match. Unici problemi: troppi errori nelle rotazioni difensive e negli scambi a centrocampo, che regalano due gol ai padroni di casa.

 

Ecco le parole di Spalletti in conferenza stampa postpartita:

 

Può commentare questo pareggio? E poi, Osimhen ha confessato che sono state importantissime le sue parole nello spogliatoioio durante l'intervallo, che cosa ha detto ai ragazzi?

 

Allora, abbiamo giocato una grandissima partita sin dall'inizio, sfidando l'avversario a viso aperto e con continui ribaltamenti di fronte. Abbiamo fatto grossi passi in avanti stasera. 

Io ho detto cose normali, come faccio sempre. Ciò che ha fatto la differenza è stata la continua ricerca, un montare continuo di convinzione e di credere di potercela fare. Ma soprattutto, i subentrati sono stati fondamentali: quando sono entrati dentro la gara hanno dato quella forza e quella freschezza alla squadra che erano necessarie per recuperare la gara. 

 

Sul primo gol subito vede qualche analogia con quello subito a Genoa? Sono frutto di un errore individuale o c'è bisogno di migliorare in quelle circostanze di gioco?

 

Si, probabilmente. Quando si attacca fuori tempo e si va fuori con un terzino, il centrale deve semre scivolare in fasce ed è normale che si crei spazio alle spalle, se i centrocampisti non recuperano. Quando devi riprendere il risultato sono rischi che devi prendere però, perchè devi fare qualcosa in più. E' chiaro che dobbiamo sempre migliorare, ma oggi mi sembra davvero da pignoli ricercare un errore. I nostri ragazzi hanno fatto quello che dovevano per tutta la partita e anche quando qualsiasi squadra si sarebbe sentita persa, hanno avuto una reazione da giocatori di livello, da squadra che scende in campo per amore anche dei suoi tifosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top