Pasta e fagioli con cozze alla napoletana

Oggi vediamo come preparare la famosa “pasta fasule e cozze”, un piatto della tradizione partenopea che unisce i sapori della terra a quelli del mare. Per 1 kilo di cozze vi occorreranno 400g di pasta mista (o tubetti), 400/500g di fagioli cannellini, due spicchi d'aglio, peperoncino, prezzemolo, olio e.v.o e sale qb. Per prima cosa bisogna pulire molto bene le cozze, privandole della barbetta. Dopo averle sciacquate fatele aprire in una padella dal fondo alto con uno spicchio d'aglio e un filo d'olio (basteranno 5/7 minuti); sgusciatele e tenetele da parte. Mi raccomando l'acqua delle cozze non va buttata ma filtrata con uno strofinaccio e tenuta da parte. Quanto ai fagioli si possono utilizzare sia quelli già cotti che quelli secchi, che però andranno fatti ammollare in acqua per 12 ore e poi lessati. Rosolare in una casseruola l'olio, i due spicchi d'aglio privati dell'anima e il peperoncino per qualche minuto, quindi unire i fagioli precedentemente lessati. Lasciamo prendere un po' di bollore e poi uniamo l'acqua di cottura delle cozze. A questo punto un errore da evitare è quello di cuocere la pasta da parte: la pasta va cotta insieme ai fagioli, per cui meglio tenere sul fuoco un pentolino d'acqua calda che utilizzeremo, se necessario, per allungare i fagioli durante la cottura della pasta ed evitare così che si asciughi troppo. Mescolare di tanto in tanto, assaggiare e aggiustare di sale. Quando la pasta è quasi cotta unire le cozze. Il piatto alla fine dovrà risultare cremoso, ben legato, come diciamo a Napoli “azzeccat”. A piacere potrete aggiungere del prezzemolo tritato finemente, una spolverata di pepe, e buon appetito. 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. Per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori e per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana. A breve potrai fare la tua donazione. Grazie

commentA

Leave a reply

Message *

Name *

Email *

advertisement
advertisement