COM

Benevento-Roma: un punto quasi eroico!

Partita sofferta ma punto meritato per il Benevento. Perfetta tenuta difensiva per gli uomini di Inzaghi, concesso poco o nulla alla Roma anche se costretti a giocare in inferiorità numerica.

Fonte Immagine: forzaroma.info

Posticipo serale per il Benevento di Inzaghi opposto alla pericolosa Roma di Fonseca al Ciro Vigorito. Partita proibitiva per la matricola sannita vista la caratura tecnica degli avversari e il loro buon momento di forma.

 

La partita

Inzaghi conferma in mediana il trio che ha stradominato la passata stagione in cadetteria con Viola, Schiattarella e Hatemaj a supporto di Caprari e Lapadula. Fonseca, complice le numerose defezioni, schiera nell’undici di partenza Fazio con Spinazzola al centro della difesa.

Inizio partita con ospiti più manovrieri e Benevento in undici dietro la palla a contenere e a tentare di ripartire. La mole di gioco della Roma, tra una serie infinita di passaggi, si arresta puntualmente sulla trequarti avversaria mentre su ogni ripartenza Lapadula combatte indomito tra i tre centrali avversari.Poche occasioni da entrambi le parti tutte e  nel finale di tempo con un tiro dalla distanza di Pellegrini parato da Montipò e un pericoloso angolo dei padroni di casa deviato senza successo da Glik.

Inizia la ripresa e il primo fatto determinante è l’espulsione di Glik per doppia ammonizione a dodici minuti dall’inizio della seconda frazione. Entra Dzeko per capitalizzare la superiorità numerica e tentare di aumentare la pericolisità offensiva degli ospiti. Trenta minuti abbondanti per Inzaghi e compagni per portare a casa almeno un pareggio e trenta minuti per la Roma per portare a casa i 3 punti.

L’uomo in più non sembra cambiare, almeno nell’immediato, l’inerzia della partita che segue il solito clichè con la Roma sempre  a manovrare, il più delle volte in maniera sterile, e padroni di casa ancora di più relegati nella fase del contenimento.

Dentro Moncini e Tello e fuori gli stanchissimi Lapadula e Hatemaj per tentare di rivitalizzare attacco e centrocampo dei sanniti nel rush finale.

Roma a testa bassa ma Benevento quasi epico nel resistere intercettando tutti i palloni che spiovono nell’area.

Inizia il recupero, minuti vibranti, Roma in assedio pieno e grandissima occasione per Pellegrini con Caldirola che salva sulla linea.

Finale al cardiopalma con calcio di rigore prima assegnato e poi negato alla Roma su intervento del VAR. Il fuorigioco di rientro di Pellegrini cancella il precedente fallo di Foulon su El Sharaawy. Finisce la partita e per i padroni di casa arriva un buon punto.

 

Il commento

Spirito di sacrificio e volontà premiati per il Benevento con un ottimo punto, sofferto ma anche meritato. Ottima interpretazione difensiva anche in dieci uomini per l’undici di Inzaghi che porta a casa un risultato positivo e molto importante in chiave salvezza. La Roma, dal canto suo, spreca una ghiotta occasione di avvicinarsi alle milanesi attraverso una prestazione sotto tono e condotta senza la necessaria lucidità.

 


Ronald Abbamonte

Nato negli Stati Uniti, ma italiano da sempre, svolge attività di consulente nel settore energetico dopo una lunghissima esperienza nel settore commerciale. Negli ultimi anni ha deciso di riservare più spazio a quella che è stata da sempre una fedele e costante compagna di vita: la scrittura. Gli studi di stampo umanistico e la curiosità per tutto ciò che circonda la vita dell’uomo lo spingono a scrivere su tematiche diverse tra loro ma con lo spirito attento di chi guarda le cose per la prima volta.

View all posts

Commenta