Avrio

NB.

Il Chucky Lozano trascina il Napoli ai quarti di Coppa Italia

Deludente prestazione del Napoli al Maradona. Bajrami fa doppietta rispondendo a Di Lorenzo e Lozano. L’Empoli con pressing e contropiede mette alle strette il Napoli, che la chiude con Petagna. Azzurri ai quarti di Coppa Italia

Fonte Immagine: SSC Napoli

Il passaggio del turno in Coppa Italia arriva con tanta fatica: il Napoli batte un Empoli che pareggia ben due volte e rischia anche di fare il colpaccio al Diego Armando Maradona. I partenopei si impongono 3-2 coi gol di Di Lorenzo, Lozano e Petagna. I gol dell’Empoli sono di Bajrami che segna l’1-1 e il 2-2. Prestazione deludente quella del Napoli, salvato dalla grande prestazione di Lozano: gol e assist per lui.

LA PARTITA

Esordio pomeridiano nella Coppa Italia 2020/2021 per il Napoli. I ragazzi di Gattuso si confrontano con l’Empoli, prima in Serie B. I toscani sono approdati agli ottavi vincendo a tavolino contro il Brescia lo scorso 25 novembre. Ringhio si affida al turnover per dosare le energie, ma dà una seconda chance a Rrahmani in coppia con Koulibaly, recuperato dopo l’infortunio.  Situazione agitata in casa Empoli, con alcuni tesserati e Dionisi messi in isolamento per essere stati a contatto con delle persone positive al Covid-19.

Il primo tiro della partita è di Lozano, ma Furlan smanaccia sopra la traversa. Molte le idee per il Napoli, ma troppi gli errori che non permettono di concretizzarle per passare in vantaggio. La rete arriva al 18’ con Di Lorenzo che di testa riceve il cross all’indietro di Lozano. Bella la progressione del Chucky che dribbla il difensore, entra in area e serve il terzino. 1-0 Napoli, è gol dell’ex. L’Empoli non resta a guardare e senza paura si avventura più volte nella metà campo partenopea. Importante occasione per Matos che ci prova con una bella rovesciata. Solo traversa per lui. L’Empoli pareggia al 33’ con Bajrami che segna con un tiro a giro. Bastano pochi minuti e Lozano mette le cose in chiaro. Il Chucky ruba palla a Zappella e tira dal limite, 2-1 Napoli al 38’.

Il secondo tempo inizia bene per il Napoli che costruisce diventando sempre più pericoloso. Ci provano Demme, Politano e Petagna, ma non riescono a metterla dentro. Occasioni anche per l’Empoli che riesce ad entrare nell’area del Napoli, ma non arriva al tiro. Al 68’ arriva il 2-2 dell’Empoli con Bajrami che tira dalla distanza e sigla la sua doppietta personale. Subito dopo Lozano entra in area di rigore, passa a Petagna che però fa velo e perde palla. Successivamente, la difesa passa al portiere, ma si inserisce Lozano in scivolata che prova a metterla dentro. Furlan riesce ad evitare il peggio, ma il messicano diventa un vero e proprio incubo. Il Chucky ruba palla, passa a Fabián che scarica su Insigne. Con la porta spalancata il Capitano tira in curva. Poco dopo arriva anche il palo per Lozano. L’Empoli ci prova più volte in contropiede. Al 77’ calcio d’angolo per il Napoli. Rrahmani colpisce di testa, Ricci salva sulla linea e Petagna la spinge dentro. Arriva il 3-2 dopo tanta fatica e sofferenza. L’Empoli ci riprova all’80 con il cross di Zappella, riceve Damiani dal limite e tira. La deviazione di Koulibaly crea un brivido per il Napoli. In seguito, Fabián colpisce il palo con il tiro da lontano. Negli ultimi minuti, i padroni di casa soffrono con il pressing schiacciante dei toscani. Difficile per il Napoli uscire dalla propria metà campo, con l’Empoli che ruba palla e riparte. Finisce così, con i partenopei ai quarti: sfideranno la vincente di Roma-Spezia.

IL COMMENTO

Prestazione deludente quella del Napoli che passa il turno solo grazie al divario tecnico e la mancanza di esperienza dell’Empoli. La prima squadra della Serie B mette alle strette una squadra che ha come obiettivo la qualificazione in Champions. Il Napoli viene salvato soltanto dagli spunti vincenti di Lozano. Gol e assist per lui. Certo, il Chucky ha davanti a sé una difesa modesta, ma diventa un vero trascinatore.  Il messicano sta diventando sempre di più un elemento imprescindibile nel Napoli di Gattuso. Ma il Napoli di Gattuso deve assolutamente cambiare atteggiamento: dopo la Fiorentina, c’è la finale di Supercoppa con la Juve. Gli azzurri non possono assolutamente permettersi di continuare ad offrire queste prestazioni.


Maria Anna Gagliardi

area calcio

Maria Anna Gagliardi. Nata a Napoli nel luglio del 1996. Laureata in Lingue, Letterature e culture all'Università L'Orientale, mi piace la cultura in tutte le sue sfumature. Amo particolarmente la letteratura, mi piacciono le storie. La storia più bella? Quella del Napoli e del calcio che unisce popoli e culture differenti, quella che voglio raccontare con il giornalismo. 

View all posts

Commenta