Quotidiano Sportivo

NB.

Supplemento online del Corriere della Campania

Il Napoli Basket incontra la stampa col Media Day al Palabarbuto

Chiuso il mercato con l’acquisto di Uglietti, il Napoli si è subito presentato alla stampa


Questa mattina al PalaBarbuto si è tenuto il Media Day, dopo la conferenza di presentazione della nuova stagione 2020/21, staff tecnico e atleti sono stati a disposizione della stampa.

Durante la conferenza è intervenuto il Presidente Federico Grassi:

“Vogliamo tornare ad avere i tifosi al nostro fianco e per questo stiamo provando a portare pubblico, almeno 700 posti.

Sono convinto che il mercato che abbiamo chiuso con l’acquisto di Uglietti ci permetterà di portare Napoli in vetta.”

successivamente ha preso direttamente la parola l’head Coach Stefano Pino Sacripanti:

“La società, è stata molto presente e abile a fare una buona formazione insieme affiancata dal general manager Antonio Mirenghi, che aveva la stessa visione d’intenti mia e della proprietà.

Ora ci darà una mano anche il direttore sportivo Alessandro Bolognesi.

Al momento siamo tutti negativi al coronavirus e sarà nostra responsabilità evitare i contagi.

La società si è strutturata anche con nuovi assistenti per andare avanti.

Il campionato di A2 quest’anno di è rinforzato molto con americani che erano impensabili in roster di A2 che sono diventati molto più competitivi.

Quest’anno molte squadre ambiscono all’A1 ma questo renderà il campionato più interessante.

Napoli ha allestito una squadra con giocatori già navigati nei campionati di A1 e 2.

Io volevo atleti già pronti per giocare la stagione con fisicità e continuità negli anni. I ruoli non sono definiti, i giocatori sono camaleontici. Mi interessava allargare il campo e avere una difesa importante.

Voglio atleti che sappiano diminuire il loro minutaggio e fare più punti in meno tempo e che giochino più per la squadra che per se stessi. Non voglio protagonismo. Voglio una condivisione di responsabilità.

I tifosi però devono starci affianco, conquistare la loro stima. Si deve creare un equilibrio positivo che ci responsabilizzi     

Napoli siamo tutti, società, giocatori e tifosi. C’è stato un grosso lavoro da parte di tutti per questo campionato che sarà strano.”

 

 

Amalia Triggiani

Vice Direttore

Amalia Triggiani nasce a Napoli nel ‘92, dopo essersi laureata in Filologia Moderna presso la Federico II di Napoli decide di affiancare alla professione dell’insegnamento quella della scrittura giornalistica e della ricerca. Decide così di fare della sua passione per la pallacanestro un vero e proprio secondo lavoro conseguendo un master in giornalismo e comunicazione sportiva a Roma e collaborando anche con una trasmissione sul basket campano in qualità di social media manager. Prosegue poi i suoi studi filologici e linguistici finalizzati a delle pubblicazioni sulle letterature romanze medievali. Nel tempo libero le piace guardare film e danzare

View all posts

Commenta