Avrio

NB.

Il Napoli cade in casa contro il Verona

La doppietta della Bragonzi stende le azzurre. Ora la salvezza è lontana.

Fonte Immagine: Facebook - Pagina ufficiale Napoli Femminile

“È la partita della vita.”, le parole di coach Marino alla vigilia della delicata sfida contro il Verona per 90 minuti che possono decidere la permanenza delle azzurre in Serie A. Allo stadio Caduti di Brema, Marino non stravolge il 4-3-3 visto contro la Juve confermando la Huchet e la Popadinova. Debutto stagionale per l’attaccante olandese Rjisdjik; solo panchina invece per la Goldoni e il nuovo acquisto Fusini, in prestito dalla Fiorentina.

Meno aggressività rispetto al match di 7 giorni fa, ma solito Napoli che oltre alla velocità della Hjolman, si affida anche ai lanci lunghi, sfruttando i centimetri della punta olandese. Ventesimo minuto e Marino è costretto al primo cambio: fuori la Di Criscio (problemi muscolari per il capitano) e dentro la Capparelli. Ma nel momento di maggior intensità delle azzurre, il Verona va in vantaggio con la Bragonzi che prende in velocità le centrali del Napoli e trafigge di destro la Perez. 1 a 0 nonostante le proteste per un possibile fuorigioco. Il Napoli prova ad agguantare il pareggio ma prima il guardalinee e poi l’estremo difensore Durante, negano la gioia alle azzurre.

Seconda frazione e Napoli che comincia con il piglio giusto, spingendo in avanti ma la difesa del Verona regge, grazie anche alla reattività della Durante. Marino ci crede e passa al 4–2-4 con l’ingresso di Nocchi e Goldoni, ma l’ennesimo svarione difensivo permette al Verona di raddoppiare: ancora Asia Bragonzi, nello spazio, che supera la Capparelli e viene atterrata dalla Perez. Ammonizione per la messicana e dagli 11 metri, l’attaccante veneta non sbaglia. 0 a 2 a Barra. Napoli a testa bassa che cerca di agguantare il pareggio, cercando di sfruttare la stanchezza delle avversarie e al 72esimo, Evi Popadinova accorcia le distanze con un bel destro di controbalzo. Affondo finale ma il risultato non cambia: al Caduti di Brema, il Verona batte il Napoli per 2 a 1.

Preoccupante involuzione delle azzurre rispetto alla sfida di domenica scorsa: l’uscita della Di Criscio con una difesa adattata sono solo 2 delle cause di questa ennesima sconfitta. A questo, va aggiunto anche la scarsa vena realizzativa delle punte azzurre, anche se il debutto della Rjisdjik fa ben sperare.

Ora la salvezza è sempre più lontana.


Enrico Russo

area calcio

Enrico Russo, nato a Napoli nel lontano 1991, ma in viaggio per lavoro da anni. Laureato in Lingue e comunicazione, specializzato in inglese e francese. Amante di sport (calcio e pallacanestro in primis) e tifoso del Napoli. Adora scrivere e raccontare quello che accade nel mondo.

View all posts

Commenta