Quotidiano Sportivo

Sport & Calcio

Ipotesi derby di Genova a Bolzano

di Enrico Russo 31/05/2020 10:59

CORRELATI

Azzurri fuori agli ottavi. Non riesce l'impresa: le pagelle

La pagella del Napoli Ospina: 5,5 Quattro gol in 45 minuti non possono...

09/08/2020 10:59

Napoli sconfitto da Messi in 30 minuti

Otto agosto 2020. Di solito in queste serata calde ed umide ci si...

08/08/2020 23:00

UFFICIALE- Esonerato Maurizio Sarri, dopo solo un anno finisce la sua avventura bianconera

"Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato...

08/08/2020 15:00

La ripresa del campionato di Serie A e della Coppa Italia è alle porte anche se, in alcune regioni italiane, l'emergenza sanitaria continua nel suo trend di contagi. 

Secondo le prime indiscrezioni, il consiglio federale della FIGC satrebbe pensando anche di "spostare" alcune stracittadine e nelle ultime ore, dal sito ligure Primocanale è apparsa una notizia abbastanza "preoccupante" per i tifosi genovesi: il prossimo derby della Lanterna potrebbe giocarsi allo stadio Druso di Bolzano. 

L'idea è nata per due motivi: il primo è che entrambe le squadre di Genova navigano in acque complicate della classifica e dunque l'eventuale derby (curva del contagio permettendo) potrebbe giocarsi a porte chiuse in campo neutro scegliendo dunque tra l'elenco di quelle città in cui i dati dell'emergenza sanitaria sono ormai vicino allo 0.

Bolzano (con il nuovo impianto Druso) è risultata una di quelle, dopo aver scartato Firenze per via dell'aumento della curva del contagio in Toscana

Sempre il capoluogo della provincia altotesina è stato scelto anche per l'altra "idea". Gravina ha sempre parlato, nel caso di una seconda ondata, che l'unico modo per assegnare il titolo quest'anno, sarebbe stato l'organizzazione di un torneo playoff/playout. Ed è per questo che l'impianto Druso, sarebbe stato scelto come la sede del minitorneo playout dove oltre al Genoa (un punto in meno degli acerrimi rivali blucerchiati) potrebbero partecipare Lecce, Spal e il Brescia, attualmente ultimo in classifica. 

Il surrealismo (e il paradosso) del calcio moderno dove di fronte al dio denaro, si mette un freno alla passione delle persone. Il calcio è della gente e immaginare un derby della Lanterna lontano dal Ferraris è più di una distopia.