Quotidiano Sportivo

Sport & Calcio

Napoli-Torino, le pagelle: Manolas e Di Lorenzo trascinano gli azzurri alla vittoria

di Vincenzo De Rosa 01/03/2020 18:09

CORRELATI

Genoa, Nicola: “Oggi il miglior Genoa, meritavamo il pareggio”.

Parla così l’allenatore dei rossoblu, ai microfoni di...

08/07/2020 22:46

Con Lozano alla conquista di Geno(v)a

Come spesso capita, il Napoli domina il primo tempo anche a Genova, ma...

08/07/2020 21:30

Genoa-Napoli probabili formazioni: Mertens dall'inizio, Nicola ritrova Romero e Criscito

Altro giro, altra corsa. In un Campionato post Covid-19 che sembra non...

08/07/2020 09:00

Manolas e Di Lorenzo permettono al Napoli di superare il test Torino. La vittoria del San Paolo conferma l’ottimo stato di salute degli azzurri che, dopo la magnifica prestazione fatta con il Barcellona, riescono a vincere in casa anche in campionato. Una vittoria che mancava dal mese di ottobre. Il Napoli gattusiano mostra sicurezza e metodo di gioco. La cura pare stia iniziando a fare effetto, anche se il Napoli non è ancora guarito del tutto. Di seguito le pagelle dei calciatori azzurri.

Napoli-Torino, le pagelle degli azzurri

Ospina 6: Viene impegnato poche volte durante il match, salvo per i primi minuti di gioco in cui il Toro è partito al 100%. Sul gol di Edera non può quasi nulla.

Di Lorenzo 7: Ennesima prestazione sontuosa per il terzino destro azzurro. Macina chilometri sulla sua fascia di competenza, chiudendo bene in difesa e proponendosi più di una volta in attacco con qualche cross. Realizza il gol vittoria del Napoli su suggerimento di Mertens.

Manolas 7: Il suo gol apre le marcature del match: un colpo di testa che buca Sirigu. Gara attenta in fase di copertura e sempre pericoloso in attacco sulle palle inattive. Mostra un feeling unico con il compagno di reparto Maksimovic.

Maksimovic 6,5: Non commette errori particolari. Riesce a tenere a bada gli attaccanti del Toro Belotti e Zaza. Mostra sicurezza e senso della posizione. Ha fatto sua l’area di rigore azzurra e togliergli il posto adesso sarà davvero difficile.

Hysaj 6: Sostituisce l’affannato Mario Rui sulla fascia di sinistra, ruolo ricoperto più volte anche se non suo. Gioca bene, copre bene in difesa ma è timido in fase propositiva, avrebbe potuto spingere di più.

Fabian 5,5: Non è lo stesso Fabian visto con Brescia e Barcellona. Tiene bene il campo per tutto il match e svolge bene il suo compito anche se in fase propositiva lascia un po’ a desiderare. Si conquista il calcio di punizione che ha permesso al Napoli di passare in vantaggio ma si lascia sfuggire Edera sul gol del 2-1.

Lobotka 6,5: Buona partita dello slovacco che sostituisce egregiamente Demme. Detta bene i tempi di gioco e scherma la difesa.

Zielinski 6,5: Attivo su tutto il fronte del centrocampo, avanzando palla al piede quando necessario per dare una mano al reparto offensivo.

Politano 6: Non ancora il Politano che conosciamo. Sembra ancora un po’ spaesato e il dialogo con i compagni non è eccelso. Disputa una buona gara ma potrebbe fare di meglio. Prova un pallonetto velenoso che Sirigu mette in angolo.

Milik 6: Partita educata e ben disputata ma il polacco incide poco. Qualche sponda importante per lanciare i compagni in porta ma non arriva mai ad impensierire Sirigu. Una solo tiro nel primo tempo che il portiere del Toro devia facilmente.

Insigne 6,5: Il capitano conferma il suo ottimo stato di salute. Suo l’assist per Manolas che permette al Napoli di passare in vantaggio. Si lascia trasportare in qualche occasione in cui prova il tiro invece di servire i compagni. Troppo lezioso.

Subentrati

Elmas SV

Allan SV

Mertens 6.5: Entra in campo nell’ultimo quarto d’ora di partita e realizza l’assist per Di Lorenzo che permette al Napoli di vincere la partita. La sua presenza in campo è medicina per i compagni.

 

Gattuso 6,5: La cura Gattuso inizia a fare effetto. Il Napoli ha una sua identità adesso. Terza vittoria di fila e ennesima prestazione di livello per gli azzurri che si confermano dopo la splendida gara disputata con il Barcellona. Un altro segnale importante per il tecnico calabrese che può sperare nella riconferma a fine stagione.